Mission

L’accordo sulla produttività del 21 novembre 2012 ha rilanciato con forza il ruolo della contrattazione di livello territoriale e aziendale. Il tema non è certo nuovo. Se ne parlava già nel Libro Bianco sul mercato del lavoro dell’ottobre 2001 e, più recentemente, negli accordi sugli assetti contrattuali e il sistema di relazioni industriali del gennaio 2009 e del giugno 2011. Tuttavia, il tema della contrattazione di produttività non è mai definitivamente decollato sul piano pratico.

Molteplici sono le ragioni, anche di tipo culturale,  che spiegano i ritardi nel nostro Paese. Tra queste vi è la mancanza di studi di benchmark su quanto sino qui realizzato nei territori e nelle aziende, e forse ancor di più,di negoziatori a livello aziendale  e in parte anche territoriale capaci di interpretare il nuovo che avanza e tecnicamente attrezzati per tradurlo in accordo.

Con questo sito realizzato nella modalità della cooperative platform, ADAPT intende contribuire a colmare questa lacuna in modo da fornire a uomini e donne di azienda, sindacalisti e operatori delle relazioni industriali una analisi di benchmark e la strumentazione essenziale per avviare il cambiamento da tanto tempo atteso sul versante della produttività e dello sviluppo. Ciò secondo una filosofia delle relazioni industriali – da cui peraltro nasce, per intuizione del professore Marco Biagi, la stessa esperienza di Adapt – volta a coniugare l’aspetto distributivo delle tecniche del diritto del lavoro con quello delle dinamiche della produzione e della crescita.